martedì 5 luglio 2011

Un punto a volte ti cambia la vita


Oggi sono stato all'università, siccome non ho passato lo scritto di quel famoso esame sono andato a vedere cosa avevo sbagliato, dopo tre ore d'attesa sono riuscito a vedere finalmente questo benedetto compito, trattasi di matematica, all'inizio sono preda di un'illusione, vedo quattro punti nella parte teorica (per far valere il compito bisogna fare almeno quattro punti di teoria altrimenti il compito non è valido, anche se si fanno tutti gli esercizi), domando quindi alla professoressa come mai a me risultava teoria insufficiente se sul compito c'erano quattro punti. Lei mi risponde che quel numero uno che vedevo scritto sul secondo quesito era stato cancellato, si vedeva appena la cancellatura ma aveva ragione lei, ragion per cui senza fare tante storie ho chiesto chiarimenti sul primo quesito visto che a quello mi aveva dato tre punti su quattro, ma anche lì nulla da fare alla fine aveva ragione lei non potevo negarlo, mi rimane il fatto di non aver capito come mai quel punto mi è stato tolto ma ho preferito non fare tante storie, un po' per rispetto ed umiltà un po' per non rendermi "antipatico", inoltre la matematica come si sa richiede precisione, ed io a quanto pare non lo sono stato in modo scrupoloso, e comunque sul primo quesito lei ha ascoltato pazientemente le mie ragioni, spero vivamente di non averla seccata o di non aver urtato la sua sensibilità durante tale confronto, alla fine dopo averla ringraziata e salutata me ne sono andato, riproverò a fare questa prova tra una settimana, sperando che sia la volta buona. Morale della favola: un punto a volte ti cambia la vita!