venerdì 20 luglio 2012

Ti affogherei

Calano lentamente le ombre della sera,
il fuoco del ricordo brucia latente,
ti riconosco nonostante quella maschera,
sei ancora tu, inchiodata nella mia mente,
la mia anima per te è solo un rifugio,
dove torni ogni volta che ne hai bisogno,
per cercare furiosamente quel coraggio
che ti permette di vivere in un sogno.
Ti affogherei in ogni attimo che abbiamo vissuto
ma a quegli occhi non riesco a resistere,
nel rivederli nelle tenebre mi sento fottuto,
quindi vieni pure avanti senza temere,
parlami ora, caro mio vecchio demone,
sussurrami adesso quelle parole,
abbandona per sempre l’indecisione
curando questo cuore che per te duole.