mercoledì 22 giugno 2011

Eterna salita



La vita a volte è davvero dura, ci sono periodi che sembrano un'eterna salita, in cui ogni attimo di tranquillità va assaporato come un bicchiere d'acqua dopo due o tre giorni passati in un deserto. Andando avanti, continuando a salire, ti domandi quando diamine finirà questa scalata, ma ovviamente la risposta non la sa nessuno, l'unica cosa sicura è che prima o poi tutto finisce, non si può sempre arrancare, arriverà il momento della svolta, quindi nell'attesa che arrivi o che la si raggiunga, non rimane altro da fare che rimboccarsi le maniche, stringere i denti ed avanzare fin quando non si raggiunge la vetta. Facile a dirsi, tutt'altro che a farsi, la tentazione di cedere alla resa ti segue passo dopo passo, pronta ad approfittare ad ogni attimo di sbandamento, nei momenti peggiori sale quella vocina dentro di te, dicendoti:<<Ehi! Ma chi te lo fa fare? Su lascia stare, non ne vale la pena!>>. Devo dire la verità se avessi dato retta a questa voce un paio di volte, avrei evitato delle delusioni gigantesche, però alla fine anche le delusioni servono, ti rendono più forte! La chiave sta nel mantenere l'equilibrio tra il razionale e l'irrazionale, tra la lucidità e la follia, è l'equilibrio la chiave di tutto, con quello forse si può andare avanti superando gli ostacoli durante il cammino, e rialzarsi quando si cade al suolo senza la paura di sprofondare di nuovo nell'abisso.