giovedì 30 giugno 2011

Suggerire la morte



Io sinceramente non ho la più pallida idea di come, una donna o un uomo arrivano ad avere problemi così pesanti con il proprio fisico, tali da arrivare a perdere severamente peso in breve tempo, cosa gli scatta nella testa? Molto tempo fa ebbi qualche problema di questo tipo, ma in maniera lieve, non sono finito in nessuna clinica per fortuna ed ora se ingrasso o dimagrisco me ne frega relativamente. Non voglio parlare delle cause di questi disturbi alimentari, anche perché non ci sono passato, non sono un medico, leggendo un po' di articoli in rete ho capito che le cause vanno ricercate soprattutto nei canoni che detta la moda e sugli stereotipi che ha creato la nostra società malata, basata ormai solo sull'esteriorità ma non è solo questo, la mente umana è come un labirinto, trovare la strada giusta è difficile. Poco fa ho visitato un blog pro anoressia, sono rimasto basito, cioè queste ragazze si scambiano consigli su come andare avanti nell'autodistruzione che loro chiamano "lotta al grasso". Ora per carità io non voglio fare nessun tipo di predica, anche perché sono il classico tipo che le detesta, ma dico io, se tu vuoi autodistruggeri per me puoi farlo anche, se sono una persona che ti vuole bene ovviamente cerco di tirarti fuori da questa tua convinzione, ma se non ti conoscessi non mi sognerei mai di darti consigli su come fare questa cosa, o quanto meno di sostenere il tuo suicidio, e comunque se proprio volessi suicidarmi potrei anche dirlo ma mica darei consigli su come fare. Mi domando ma queste persone al posto di una coscienza cosa diamine hanno? Hanno un'anima? Mi viene da pensare che sono persone talmente deboli in quei momenti, che cercano di sostenere la loro scelta in quel modo, eppure non lo so, non credo ci sia una spiagazione razionale. Non riesco a trovare delle risposte, è vero che si tratta di persone che hanno un problema, però a tutto c'è un limite, possibile che la loro ossessione le faccia completamente perdere ogni minima particella di buon senso? Io mi rendo conto che si tratta di persone rinchiuse in una gabbia mentale, che gli fa vedere tramite i loro occhi una realtà distorta, un corpo non bello, ma suggerire la morte non è accettabile! Il web è pieno di donne che hanno dovuto lottare per superare questa malattia, raccontano le loro storie, ascoltando le loro parole si capisce che escono distrutte da questa esperienza, da come parlano una parte di loro è morta per sempre, è come se qualcosa dentro di loro si è spezzato violentemente aprendo un vuoto con cui bisogna imparare a convivere per il resto della vita, rimango ancora più stupito quindi quando leggo certe cose sui blog di cui parlavo prima, che poi non mi spiego perché certi siti rimangono aperti, e perché i media non accendono i riflettori su questi problemi, per quello che penso, più se ne parla meglio è, l'informazione è una buona difesa per combattere fenomeni simili a questo.