giovedì 9 giugno 2011

Quattro belle croci sul si


Manca poco ormai a questo benedetto referendum, si vota domenica 12 giugno dalle ore 08:00 alle ore 22:00 e lunedì 13 giugno dalle ore 07:00 alle ore 15:00. Sono quattro schede colorate, una per ogni quesito: la prima scheda è di colore rosso, riguarda le "Modalità e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica", cioè in sostanza tale quesito propone l'abrogazione di norme che consentono attualmente la gestione dei servizi pubblici locali ad operatori economici privati; la seconda scheda è gialla, riguarda la "Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all'adeguata remunerazione del capitale investito", questo quesito è sull'abrogazione delle norme che stabiliscono la determinazione della tariffa per l'erogazione dell'acqua, il cui importo prevede attualmente anche la remunerazione del capitale investito dal gestore; la terza scheda è grigia (colore adatto al tema che tratta), il quesito è sull'abrogazione (se non sbaglio parziale) delle nuove norme introdotte recentemente che consentono la produzione di energia elettrica sul territorio nazionale tramite l'utilizzo di centrali nucleari; l'ultima scheda (la quarta) è verde (credo proprio che abbiano scelto questo colore per affidarsi alla speranza) e riguarda le norme in materia di legittimo impedimento del presidente del Consiglio dei ministri e dei ministri a comparire in udienza penale. Siccome è un referendum abrogativo bisogna votare "SI" per abrogare le norme che vengono trattate nei quattro quesiti delle quattro schede colorate. Personalmente io metterò quattro belle croci sul si, una su ogni scheda. L'acqua è un bene comune, non deve rimanere privatizzata. Il nucleare non lo voglio visto che abbiamo vento, sole ed acqua in quantità. Dobbiamo essere tutti uguali davanti alle legge quindi niente legittimo impedimento. A parte questo spero che anche quelli che sono favorevoli al "NO" andranno a votare, poiché per far valere questo referendum bisogna raggiungere il quorum (50% + 1), altrimenti sarà tutto inutile. Quindi mi raccomando, di qualsiasi colore politico voi siate andate a votare e mandate a votare!